Acquaviva: Francesco Montenegro, i dubbi CoR sul bilancio 2017 Carlucci

image

DUBBI DI FINE ANNO – Sono quelli del consigliere comunale di opposizione Franco Montenegro, capogruppo e referente locale Conservatori e Riformisti. Centrodestra.
IL BLU SULL’ARANCIONE. È RISPOSTA SOCIAL: …”il Sindaco Carlucci ha pubblicato il seguente post: “Per la prima volta nella storia di Acquaviva, oggi abbiamo approvato il bilancio dell’anno che verrà (2017) prima di Capodanno. Ringrazio l’assessore al Bilancio, Luca Dinapoli, per questo importante risultato”.

È doveroso da parte mia evidenziare una serie si elementi ce hanno caratterizzato l’iter di approvazione e presentazione del Bilancio 2017 al Consiglio Comunale ed alla cittadinanza:
1) Bilancio partecipato non effettuato;
2) Non rispettati i tempi di approvazione della proposta di bilancio da parte della Giunta così come disciplinato dal Regolamento di Contabilità e dal Testo Unico degli Enti Locali;
3) Non rispettati i tempi di invio dei documenti contabili ai consiglieri comunali come disciplinato dal Regolamento di Contabilità e dal Testo Unico degli Enti Locali;
4) Non presentato al Consiglio Comunale il Piano Economico e Finanziario redatto dal gestore del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per la relativa approvazione come disciplinato dal Regolamento della  Imposta Unica Comunale;
5) La proposta di deliberazione delle Tariffe TARI proposte ed approvate dalla maggioranza consigliare non supportate da alcuna motivazione circa i criteri adottati per stabilirle così come richiesto dalla Corte Costituzionale; e che rispetto all’anno 2016 prevedono solo aumenti per determinate categorie merceologiche;
6) disatteso l’impegno assunto da parte dell’amministrazione, in un pubblico confronto in piazza Vittorio Emanuele, nei confronti di tutti i professionisti Acquavivesi che si ritrovano a pagare una tariffa esosa producendo solo carta come rifiuto che altro non è che una risorsa economica per l’Ente, e non producono alcun rifiuto organico;
7) Come al solito il Bilancio di previsione rappresenta una serie di buoni propositi che puntualmente vengono disattesi: vedi soluzione della problematica della zona 167, del progetto finanziario della pubblica illuminazione, del bando di gara del verde pubblico, del bando di gara della mensa scolastica, del bando di gara per la gestione del Centro Sportivo “Valeriano”, e di tante altre problematiche che inserite dal 2013 nei bilanci di previsione non vengono mai affrontati e risolti.
Si utilizzano i dirigenti ed il personale dei vari settori dell’ente per promuovere le iniziative del “Cuore della Puglia” e si dimenticano i reali problemi della cittadinanza.
Se questo è motivo di orgoglio, a Voi cittadini la valutazione!”
image

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s