Milella: Anime perse nel vento

image

“Anime perse nel vento”
(Una poesia di Giuseppe Milella)

Tra cielo e terra
il silenzio della morte
ancora una volta
toglie i colori,
torna di notte
dentro infinite nubi di polvere
spazzando ombre e stralci di vita.

L’orologio della torre
ferma il tempo
che parla
di case abbandonate
al silenzio
e di nuda tragicità.

Il calpestio vive
su un suolo sgretolato
di mattoni e di cemento
in grigio scuro
disperso
in un momento…

Immagini sospese
oscillano nel vuoto,
travi cadono dal cielo.

Destini incrociati
e segnati,
l’uno
ostacola occhi e cuore
la morte,

l’altro
lascia  battiti e respiri
ma lacrime e dolore,
sogni infranti
e il fiato che  soffoca
nell’orecchio solo
il suono stridente
delle sirene
ed il ricordo
di un boato assordante.

Terra che risucchia nel nulla
mentre precipita il sole
con i lamenti dell’anima.

Resta la memoria di cocci
e ricordi del passato
e frammenti  di futuro,

Ma per le anime
in quel boato
perse nel vento
per chi sopravvive
la speranza è una forza
da custodire nell’anima
per ricostruire la vita
nel profondo del cuore.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s