Nubi da primo maggio

informalibera logo 300x300

UN BELLA CIAO MENTRE PIOVE SUL BAGNATO – È il primo maggio a Santeramo: dove circa 360 operai Natuzzi, dal futuro incerto, non sentono la ricorrenza del giorno.
Il comune locale organizza per le strade la banda al suono di “Bella ciao”. Nonostante i problemi, è pur sempre il primo maggio: la festa dei lavoratori.
Mala tempora. Il corteo è stato disertato a causa della pioggia.
Che dire, tra quei pochi ombrelli: Santeramo cartolina moderna di un’Italia che si auto-ironizza. Che si racconta in tono differente dal passato.
Che ha perso per la via la propria storia, i propri valori, e la propria forza. Mentre attorno tutto si bagna. Come la foto ingiallita di bambini sorridenti vilipesa dal fango, dall’acqua, e dall’asfalto.
Un paese tricolore prigioniero di se stesso: con una maggioranza silenziosa che forse non si informa e né comprende cosa succede nella propria regione o in Europa. O al giovane della porta accanto costretto a lasciare la propria casa. I propri progetti.
Talvolta non è colpa di chi governa, ma di chi potrebbe e non lancia segnali: “E chi è causa del suo male, pianga se stesso”.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s