Acquaviva: Bernardi su gender, pensiero unico porta sofferenza

famiglia2

SI RICEVE E SI PUBBLICA – “Mi chiamo Francesco Bernardi, sono sposato e padre di una bambina ed un ragazzo di quindici anni.
Sono nato e cresciuto ad Acquaviva delle Fonti, fino a quando nel 1992 sono partito per il nord Italia per lavoro, potendo rientrare soltanto nel 2009.
Pur iniziando il mio percorso di fede in ambito cattolico, fin dal 1990, all’età di 19 anni, ho aderito alla fede protestante evangelica.
Occorre precisare che il panorama evangelico è molto variegato e diverso al suo interno, questo rende difficile per chi non lo conosce comprendere a quale tipologia di fede evangelica appartengo, mi limito soltanto a dire che la Chiesa Cristiana della Grazia, a cui appartengo e di cui sono pastore ordinato dal 2014, è una chiesa sufficientemente moderata ma sicuramente non liberale, in riferimento alla teologia di riferimento.
La Chiesa Cristiana della Grazia aderisce alla denominazione “Grace Communion International”, presente in tutto il mondo anche se con numeri non molto grandi, la quale, a sua volta, negli Stati Uniti aderisce alla “Alleanza Evangelica Americana”, che racchiude e raggruppa moltissime denominazioni evangeliche delle più svariate estrazioni, da realtà pentecostali a realtà calviniste.
A seguito della conferenza sul Gender, che ha visto ospite l’avvocato Gianfranco Amato ad Acquaviva e di cui sono stato uno dei promotori, mi si pone quindi la seguente domanda: Quale futuro sociale nel caso cui dovesse affermarsi un pensiero unico?
Ritengo che la storia abbia già mostrato a sufficienza quali risultati possono derivare dall’affermarsi di un pensiero unico, il paradosso sta nel fatto che l’umanità non impara mai la lezione, si riesce sempre ad escogitare un modo nuovo per giungere allo stesso risultato, e guarda caso, quasi sempre ne sono coinvolti i bambini.
Io non ho la sfera magica per vedere il futuro, viste le molteplici possibilità con cui la storia potrebbe diramarsi, ma penso di poter affermare con certezza quasi “chirurgica” che qualunque pensiero unico dovesse affermarsi, non potrà portare altro che sofferenza e dolore, svuotando l’uomo della sua più preziosa natura e peculiarità: il pensiero e la coscienza. Che Dio ci protegga da tutto ciò”.

Si ringrazia Francesco Bernardi.

Da lettore, vuoi dire la tua? – Confrontiamoci.

– Lascia un commento sotto il post

– Commenta su Facebook alla pagina Informalibera

– Commenta su WhatsApp al 329 142 8068 / gruppo Informalibera

– Invia e-mail a savfraiac@gmail.com (In questo caso, il testo sarà pubblicato.)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s