Perché così molli?

informalibera300x300

Parla il martello (Così parlò Zarathustra, 3, 90)

«Perché così duro? – disse una volta il carbone al diamante. Non siamo forse parenti stretti?».

Perché così molli? Fratelli miei, questo io chiedo a voi: non siete forse – i miei fratelli?

Perché così molli, così cedevoli e arrendevoli? Perché nei vostri cuori è tanta negazione, rinnegamento? Così poco destino nel vostro sguardo? E se non volete essere destini e inesorabili: come potreste un giorno, insieme a me – vincere?

E se la vostra durezza non vuole lampeggiare e scindere e tagliare: come potreste un giorno, insieme a me – creare?

Tutti i creatori infatti sono duri. E dovrà parervi beatitudine, premere la vostra mano su millenni come su cera; – Beatitudine scrivere sulla volontà di millenni come su bronzo – più dura che bronzo, più nobile che bronzo. Solo le cose più nobili sono veramente dure. Questa nuova tavola, o miei fratelli, io pongo sopra di voi: divenite duri!

(Friedrich Nietzsche)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s