Acquaviva: La giunta Carlucci sfiora tegole altrui

davide carlucci

LE COSE ACCADONO, SFIORANO, NON COLPISCONO DIRETTAMENTE L’ASSETTO. – Ma, sicuramente, non regalano che noie. (E qualche dovuta perplessità.)

Sapete contare fino a cinque?…

UNO, la prima tegola. – Nei social, il 16 aprile. Così il sindaco Davide Carlucci: “Temo che le indagini della procura di Bari sull’appalto per il completamento della ristrutturazione del teatro, necessarie e doverose, possano dar adito a strumentalizzazioni politiche contro questa amministrazione, i cui atti non sono stati minimamente messi in discussione. La giunta comunale ha semplicemente fatto di tutto per arrivare all’aggiudicazione dell’appalto nei tempi necessari a non perdere il finanziamento. Tutti gli altri atti necessari non sono di sua competenza. Massima fiducia nella giustizia”.

Argomento che, nei suoi sviluppi, investirà maggiore interesse collettivo nei prossimi giorni.

DUE, la seconda. – Il giorno dopo, il 17, Carlucci promuove il “Sì” al referendum e il referendum non passa… Ma nessuno si è fatto male. Peccato solo che il 47% non consente di raggiungere il quorum. Dispiacere morale a parte, si porta pazienza. – Cade a terra abbastanza distante.

TRE, la terza tegola. – Il 18, sempre il primo cittadino: “Sono in contatto con i tecnici Rai e scriverò ai vertici dell’azienda per i disagi che molti acquavivesi ciclicamente vivono nella ricezione del segnale. Mi hanno spiegato che, per questioni meteorologiche (!), c’è una propagazione anomala del segnale che arriva dal ripetitore di Monte Caccia sul quale si riferisce un’interferenza che proviene dal Foggiano. Al di là dell’accorgimento di impostare il canale 9 anziché il 32, che non credo sia risolutivo, c’è un problema strutturale che la Rai dovrebbe risolvere una volta per tutte nel nostro territorio”.

Nessuno si è fatto male. Ma il canone, quest’anno, lo si paga pur sempre. E bisognerà fare luce fino alla prossima bolletta.

QUATTRO, arriva la quar… – Oggi Abbatecola si dimette da consigliere e lascia il PD. – Pochi centimetri. Niente di rotto: subentra forse subito Ruscigno, primo dei non eletti.

Acquaviva Partecipa (blog vicino all’amministrazione): “Alla base della decisione ci sarebbero motivi legati alle ultime vicende interne al partito, culminate con le dimissioni di Giovanni Nettis da segretario e con l’individuazione di un nuovo direttivo. Ma alla base di una scelta così forte e sofferta ci sarebbero anche le modalità di ricomposizione della crisi che ha interessato Palazzo De Mari e da cui si è poi determinato un nuovo assetto dell’esecutivo”.

…E CINQUE – “Controlli già fatti. C’è sicuramente amianto da rimuovere”… E si può così rispondere al blogger di Sualda. A quel suo noto e recente quesito sulla salute della scuola Giovanni XXIII…

Ma, “tegola sfiorata”: dopo una risposta a voce… si attende ancora la conferma ufficiale dell’assessore Bruno.

Da lettore, vuoi dire la tua? – Confrontiamoci.

– Lascia un commento sotto il post

– Commenta su Facebook alla pagina Informalibera

– Commenta su WhatsApp al 329 142 8068 / gruppo Informalibera

– Invia e-mail a savfraiac@gmail.com (In questo caso, il testo sarà pubblicato.)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s