Trivelle: il quorum non passa, Acquaviva al 47%

IL QUORUM NON E’ PASSATO: HA VOTATO UN ITALIANO SU TRE. – Ad Acquaviva si è fermato al 47%, mentre nel territorio nazionale l’affluenza è stata di poco superiore al 32. Un risultato significativo per la cittadina della fontana, un tempo specchio delle abitudini nazionali: tant’è che il sindaco Carlucci, con soddisfazione, ne ha sottolineato il primato morale.

referendum trivelle 2016

Ma l’unica regione in cui è passato è stata la Basilicata, direttamente coinvolta nelle vicende d’inchiesta petrolio. A seguire in termini percentuali, seconda la Puglia e terzo il Veneto. Fanalino il Trentino Alto Adige (territorio meno esposto al tema referendario), ma seguito dal profondo sud Campania, Calabria, Sicilia.

Si denota la piena soddisfazione del governo Renzi, favorevole all’astensione: “ha perso chi aveva proposto il referendum”. (Forse lo stesso partito del premier…) Del 17 aprile resteranno le battute Twitter degli onorevoli del cerchio: parole come “ciaone”, “l’importante è partecipare”, “astenersi per Regeni e Marò”, che saranno presto antologie dimenticate non reggendo l’italiota peso di “petaloso”. – Ma Emiliano, governatore del Sì, non sarà dimenticato. E se non dalla gente comune, almeno dal sindaco d’Italia.

Ma ha vinto l’astensione. Massa liquida. E probabilmente anche quella cronica (che non vota più da anni). – Con masse del non voto cronico tristemente sedimentate in ogni angolo della nostra società.

Che dire: la TV ha battuto la rete (avevano ragione i Daft Punk: “Television rules the nation”…); il garantismo ha battuto il giustizialismo. (Siamo e restiamo il paese Pizza, mafia, boss delle torte.)

Però… come si fa oggi a convertire le periferie croniche del non voto? E chi sono? Come vivono? Quanti anni hanno? – Pare che solamente ad Acquaviva, nel 2013, fossero almeno il 40% degli aventi diritto.

Sì, d’accordo: ma non tutti gli astenuti sono non votanti cronici. – Ed è vero. Per carità. E il PD di Renzi ha il merito di poter vantare il recente fascino del mondo berlusconista: e sembra, a tutti gli effetti, il nuovo Fronte dell’Uomo Qualcuno di Caparezza.

Potrebbe far pensare ad un nuovo centro: così europeo, così corretto, da poter fare a meno della Sinistra Italiana. Mentre a destra, tutti hanno nuovamente perso. Votando Sì. – Eccetto la persona di Berlusconi. (E la persona di Piconio ad Acquaviva. Tra parentesi.)

Ma il mistero passa anche per lidi pentastellati: e dopo il prematuro spegnimento di Casaleggio, i suoi hanno tutti risposto Sì? O è cominciata la nuova fase del dubbio?

Da lettore, vuoi dire la tua? – Confrontiamoci.

– Lascia un commento sotto il post

– Commenta su Facebook alla pagina Informalibera

– Commenta su WhatsApp al 329 142 8068 / gruppo Informalibera

– Invia e-mail a savfraiac@gmail.com (In questo caso, il testo sarà pubblicato.)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s